Le notizie in Primo piano

  • Tra editoria e profezia

    Avvenire.it è tutto nuovo

    26/10/2016 - 13:05

    I nostri auguri più affettuosi agli amici e colleghi di Avvenire.it. Il sito del quotidiano di ispirazione cattolica cambia pelle, nuova grafica e nuova impaginazione. Grandi fotografie e argomenti collegati tra loro tramite un sistema innovativo di tag (marcatori). Si può navigare su tablet, personal computer e smartphone e si vede lo stesso identico sito: nessuna notizia verrà perduta da un device all’altro e ogni news, video e immagine sarà ottimizzata per le diverse fruizioni. La consultazione on line è facilitata grazie a un’organizzazione dei contenuti innovativa: ogni sezione del sito – Agorà, Mondo, Chiesa, Economia... – è una vera e propria homepage dalla quale navigare sempre più in profondità.

    Condividi
  • Le città del ben vivere

    La dimensione locale dello sviluppo

    25/10/2016 - 12:52

    di Giuseppe Notarstefano* - Rimettere al centro dell’agenda politica l’importanza del locale significa affermare l’importanza di una visione pluralistica dei modelli e delle politiche di sviluppo. E scommettere di nuovo sulle comunità, sulle relazioni che sono a fondamento dei processi economici e sociali. Attraverso tali processi è possibile rigenerare la comunità locale attribuendole quel ruolo attivo che costituisce un elemento indispensabile per progettare dal basso nuove opportunità di creazione di valore e istituzioni inclusive che promuovano lo sviluppo e il benessere delle persone.

    Condividi
  • Avvento a Casa San Girolamo

    Il luogo e il tempo dello Spirito

    25/10/2016 - 11:41

    Casa San Girolamo a Spello è una proposta dell’Azione Cattolica che nasce dal desiderio di condividere, nel luogo segnato dalla testimonianza di Carlo Carretto, un’esperienza intensa e fraterna di contemplazione, discernimento e vita spirituale, capace di alimentare – in modo aperto – la vocazione formativa dell’AC. Rivolto a gruppi e a singoli, è pronto e lo trovate all’interno il calendario degli appuntamenti spirituali e culturali dei prossimi mesi. Si inizia naturalmente con le date dell’Avvento: 25-27 novembre (Weekend Adultissimi: Custodire, consegnare, generare: la vita spirituale nell’età matura); 9-11 dicembre (Weekend con don Antonio Mastantuono: Il discernimento comunitario); 16-18 dicembre (Weekend fidanzati con don Tony Drazza: Non temere di prendere con te… sogni, cammini e liberazioni).

    Condividi
  • Convegno nazionale degli Assistenti diocesani e parrocchiali di Ac, Fuci, Meic, Mieac

    Riconoscere un bene più grande

    24/10/2016 - 11:58

    di Marco Ghiazza* - “Riconoscere un bene più grande”: questo l’auspicio, mutuato dal n. 235 di Evangelii Gaudium, espresso dall’Incontro nazionale degli Assistenti dell’Azione Cattolica, che mette al centro il tema dell’unita di vita del presbitero-assistente. L’appuntamento, cui prendono parte anche alcuni sacerdoti che accompagnano la Fuci, il Meic e il Mieac, prende avvio oggi 24 ottobre (ore 16) ad Assisi e si concluderà giovedì 27. Partecipano i vescovi Galantino, Giulietti, Russo, Sorrentino, il presidente nazionale dell’Ac Truffelli, padre Canil superiore del Sacro convento di Assisi, il canossiano padre Cencini, il monaco di Bose Manicardi, il vice assistente generale dell’Ac Mastantuono.

    Condividi
  • Il Governo e i conti pubblici per l’anno 2017

    Luci e ombre della nuova legge di bilancio

    22/10/2016 - 13:10

    di Alberto Ratti* - Il 15 ottobre scorso il Consiglio dei Ministri ha varato la Legge di Bilancio per l’anno 2017. Al di là delle voci del dare e dell’avere, rientrano nel pacchetto di manovra due grandi categorie: il sostegno alla crescita e alla competitività. Una prima impressione è che le singole scelte siano interventi di breve periodo e non invece strutturali; soprattutto, sembra mancare un’ampia strategia di sostegno ai giovani e al loro futuro. Un dato da non sottovalutare è quello che nel prossimo mese e mezzo riforma costituzionale e discussione sulla manovra economica potrebbero intrecciarsi.

    Condividi
  • Edizione cartacea e digitale di Segno n.10-Ottobre 2016

    Oltre la precarietà, il futuro del mondo

    21/10/2016 - 17:24

    Guerre, terrorismo, crisi economica, migrazione, violenza sbattuta ogni giorno in prima pagina. Ma che succede? Nell’era globale ci si sente più fragili e precari. È questa la riflessione che propone il dossier del numero di ottobre di Segno: l’uomo di oggi può reagire al timore di non farcela anche con un impegno spirituale che attende ciascuno di noi. Con un’ampia panoramica di riflessioni e storie, i contributi di Giovanni Grandi, Sandro Calvani, Brunetto Salvarani. E ancora: mons. Nunzio Galantino sul “primato della vita”, MatteoTruffelli sul referendum costituzionale, i giorni del terremoto raccontati da Silvia Di Donna, la presidente diocesana dell’Ac di Rieti.

    Condividi
  • I nostri auguri a mons. Giuseppe Giuliano e a mons. Calogero Marino per la nomina a vescovo

    20/10/2016 - 13:18
    mons. Giuseppe Giuliano - mons. Calogero Marino

    La vigna del Signore produce sempre buoni frutti. Doppia è la gioia e la gratitudine di tutta l’Ac al Padre per la decisione di papa Francesco di nominare vescovo della diocesi pugliese di Lucera-Troia mons. Giuseppe Giuliano, del clero della diocesi di Nola, parroco e docente di Teologia morale, già assistente nazionale dell’Azione Cattolica dei Ragazzi, e di nominare vescovo della diocesi di Savona-Noli mons. Calogero Marino, vicario generale della diocesi ligure di Chiavari, attualmente assistente unitario diocesano e regionale di Azione Cattolica.

    Condividi
  • In gioco democrazia, ambiente e diritti dei consumatori

    Un rischio chiamato Ttip

    20/10/2016 - 11:02

    di Leonardo Becchetti* - Le perplessità relative all’approvazione del Trattato di scambio commerciale tra Ue e Stati Uniti (Ttip) sui diversi fronti (impatto su crescita e benessere, tribunali arbitrali, salute, lavoro). Come sostenuto anche dai Nobel Stiglitz e Krugman, nel mondo c’è già abbastanza libertà commerciale e un tale trattato se approvato sarebbe solo un’altra espressione dello strapotere delle imprese transnazionali rispetto a Stati e cittadini in questa delicatissima fase della globalizzazione.

    Condividi
  • Seminario di Studio del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica

    Lavoro e profezia. La sfida dell’oggi

    18/10/2016 - 10:11

    Sabato 22 ottobre (ore 9.30), presso la Domus Mariae (Roma, via Aurelia 481), si svolgerà il seminario di studio promosso dal Movimento Lavoratori di Azione Cattolica (Mlac) con a tema “Le trasformazioni del mondo del lavoro. Profeti nella storia”. Un’ occasione per fare discernimento sui cambiamenti che interrogano il mondo del lavoro, come farvi fronte, quali percorsi per invertire la rotta a fronte di una crisi dell’occupazione che colpisce in particolare le giovani generazioni e accresce le diseguaglianze. Partecipano: Luigi Bobba, sottosegretario di Stato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e Tiziana Ciampolini, presidente S-NODI, Programma Azioni di Sistema contro la Povertà di Caritas Italiana. Modera Simona Loperte, segretaria nazionale del Mlac.

    Condividi
  • Caritas Italiana. Rapporto 2016 su povertà ed esclusione sociale

    I giovani sono i nuovi poveri

    17/10/2016 - 12:22

    Il vecchio modello italiano di povertà, che vedeva gli anziani più indigenti, non è più valido. Lo rivela “Vasi Comunicanti” il Rapporto 2016 della Caritas su povertà ed esclusione sociale in Italia (e alle porte dell’Europa), presentato oggi 17 ottobre, Giornata mondiale contro la povertà. In Italia vivono in uno stato di povertà 1 milione 582 mila famiglie, un totale di quasi 4,6 milioni di individui. Si tratta del numero più alto dal 2005 ad oggi; e si tratta, parlando di povertà assoluta, della forma più grave di indigenza, quella di chi non riesce ad accedere a quel paniere di beni e servizi necessari per una vita dignitosa. Le situazioni più difficili sono quelle vissute dalle famiglie del Mezzogiorno, dalle famiglie con due o più figli minori, dalle famiglie di stranieri, dai nuclei il cui capofamiglia è in cerca di un’occupazione o operaio e dalle nuove generazioni. Un elemento inedito messo in luce nel rapporto e che stravolge il vecchio modello di povertà italiano è che oggi la povertà assoluta risulta inversamente proporzionale all’età, diminuisce all’aumentare di quest’ultima. La persistente crisi del lavoro ha infatti penalizzato (o meglio, sta ancora penalizzando) soprattutto giovani e giovanissimi in cerca “di una prima/nuova occupazione” e gli adulti rimasti senza un impiego.

    Condividi
  • XVIII indagine del Consorzio AlmaLaurea

    Studiare serve ancora

    15/10/2016 - 11:04

    di Andrea Dessardo* - L’anno 2015 ha offerto ai laureati una timida ripresa della loro situazione occupazionale e delle retribuzioni, lievemente superiori rispetto al 2014, ma ancora ben lontane dai livelli precedenti all’inizio della grande crisi nel 2008: siamo suppergiù ai livelli dei primi anni Duemila, ben quindici anni fa. Questo, in sintesi, è ciò che dice la XVIII indagine del Consorzio AlmaLaurea. C’è da essere dunque moderatamente ottimisti (rimane da vedere se il dato si confermerà nei prossimi anni...), senza dimenticare però che, in termini assoluti, i giovani disoccupati o sottoccupati sono ancora molti, troppi in più rispetto alla media europea. (continua)

    Condividi
  • Sinodo dei giovani 2018. Una grande occasione da mettere a frutto

    «Cari adulti è ora di darci retta»

    13/10/2016 - 13:38

    di Gioele Anni - «Io vi domando, voi rispondete: le cose si possono cambiare?». Nel parco di Blonia zuppo di pioggia, tante lingue formavano una sola voce: «Sì! Yes! Oui! Tak!». Era il primo incontro tra Francesco e i giovani, a Cracovia. E il Papa, felice, confidava: «La Chiesa oggi vi guarda – direi di più: il mondo oggi vi guarda – e vuole imparare da voi». Chissà se Francesco aveva già in mente di dedicare ai giovani il Sinodo del 2018. Di certo, in quel dialogo, ne ha tracciato il percorso. Oggi la Chiesa guarda a noi giovani, a chi come me ha tra i 20 e i 30 anni, per intercettare la voglia di cambiamento della nostra generazione. E crede che in questo mondo, più abituato a darci etichette (“sdraiati”, “bamboccioni”, “generazione what?”) che ad ascoltarci, abbiamo persino qualcosa da insegnare. (continua)

    Condividi
  • Pubblicato «Dialoghi» n.3-2016

    Diseguaglianze e bene comune

    12/10/2016 - 15:17

    L’uomo d’oggi si presenta ricco di strumenti, ma tremendamente povero di finalità e di valori. In questa inversione tra mezzi e fini stanno le moderne forme di alienazione nell’ambito delle quali l’uomo si priva della propria umanità, della possibilità di una vita buona per tutti e per ciascuno. La consapevolezza di ciò costituisce un passo necessario, indispensabile. Per eliminare le diseguaglianze e far crescere il bene comune. È il grande tema al centro del dossier di «Dialoghi» (n.3-2016), il trimestrale culturale promosso dall’Ac. All’intero articoli di: G. Acocella, L. Caselli, A. La Spina, I. Musu, G. Notarstefano, A. Patti, R. Rossini, F. Soddu, I. Vellani. E ancora attualità ed eventi, libri e profili, con i contributi di: L. Alici, L. Becchetti, P. Bignardi, C. D’Antoni, N. Genghini, B. Petrà, A. Spadaro, F. Todero, P. Trionfini.

    Condividi
  • Il Convegno dell’Istituto Toniolo sui nuovi nazionalismi e le prospettive della comunità internazionale

    I muri non ci salveranno

    11/10/2016 - 12:08

    di Michele D’Avino* - Il persistere della crisi economica, il costante incremento dei flussi migratori e la diffusione del terrorismo su scala globale hanno moltiplicato la paura delle società occidentali di perdere privilegi, welfare e sicurezza. Di riflesso, si sono diffuse e si sono alimentate nuove forme di nazionalismo. I nodi problematici che ne derivano sono al centro del Convegno annuale organizzato dall’Istituto di diritto internazionale della pace “Giuseppe Toniolo”, in collaborazione con la Presidenza nazionale dell’AC, che si svolgerà il prossimo 14 ottobre (dalle ore 16 alle ore 20), a Roma presso la Domus Mariae (via Aurelia 481), con a tema Il diritto internazionale alla prova dei nuovi nazionalismi. Partecipano: S. Calvani, U. De Siervo, G. Formigoni, mons. S. Hoćevar, M. Truffelli, U. Villani.

    Condividi
  • No all’azzardo! Nota della Presidenza nazionale dell’AC

    Forte disappunto per l’inopportuno accordo tra FIGC e Intralot

    08/10/2016 - 12:07

    L’Azione Cattolica Italiana esprime il suo forte disappunto per la inopportuna decisione della Federazione Italiana Gioco Calcio (Figc) di sottoscrivere un accordo di sponsorizzazione con la multinazionale delle scommesse on-line Intralot. Paiono oltremodo insufficienti le “rassicurazioni” della stessa Figc che intenderebbe evitare la presenza dello sponsor dell’azzardo sulle maglie o associato alle immagini dei giocatori. Questo contratto andava evitato. Collegare in qual si voglia maniera l’azzardo al mondo dello sport, il calcio in questo caso – la disciplina sportiva più amata e praticata nel nostro paese – espone ancora di più i giovani e i meno giovani a un pericoloso inganno che già inquina ampiamente la nostra cultura e le nostre relazioni. Un inganno che illude il giocatore di poter dominare la sorte; distorce la radice del nostro paese, che è costituzionalmente fondato sul lavoro e non sull'idea che il denaro si vinca con un colpo di fortuna; nei fatti, una fabbrica di povertà che toglie denaro all'economia reale.

    Condividi