Le notizie in Primo piano

  • Mario Agnes è tornato alla casa del Padre

    09/05/2018 - 19:00

    Mario Agnes, presidente dell'Azione cattolica dal 1973 al 1980, e direttore dell'Osservatore Romano dal 1984 al 2007, si è spento serenamente oggi circondato dall'affetto dei suoi cari. A loro e all'amato presidente va l'abbraccio della Presidenza nazionale e di tutta l'Azione cattolica. In questo triste momento, la nostra preghiera accompagni un uomo giusto e buono tra le braccia del Signore nostro Padre. Con gratitudine per il suo servizio all’associazione. Nato a Serino, in provincia di Avellino, il 6 dicembre 1931, si laurea in lettere all’Università di Napoli, intraprendendo la carriera accademica, che lo porta alla docenza di Storia del cristianesimo all’Università di Cassino e di Roma. Formatosi nell’Azione cattolica, Agnes diventa prima presidente diocesano di Avellino e poi delegato regionale della Campania. Nel 1973, dopo essere stato per un triennio vice-presidente nazionale per il Settore Adulti, è chiamato a succedere a Vittorio Bachelet alla Presidenza nazionale, in un momento delicato per la vita dell’associazione, a sua volta chiamata a tradurre le scelte fondanti del rinnovamento conciliare, assunto con lo Statuto del 1969. Ricordando l’amico ucciso dalle Brigate rosse nel convegno promosso per i trent’anni dalla scomparsa, Agnes sottolineò come l’Azione cattolica, attraverso i tanti laici «contemplativi e itineranti» che ha donato alla Chiesa e al mondo, sia una «preziosa tessitura di santità». Il ricordo di Fabio Zavattaro. Per tutti era semplicemente “il Professore”

    Condividi
  • Il 21 maggio, in preghiera per il beato Frassati

    09/05/2018 - 14:09

    In occasione dell’anniversario della beatificazione di Pier Giorgio Frassati, lunedì 21 maggio, l’Associazione Pier Giorgio Frassati e la Compagnia dei Tipi Loschi hanno promosso la recita dei misteri gloriosi del Santo Rosario, a sottolineare ancora una volta la forte devozione di Pier Giorgio a Maria. L’Azione cattolica aderisce all’iniziativa e invita tutti, nelle proprie case, parrocchie e diocesi, a partecipare. La Presidenza nazionale Ac e la Presidenza Fuci si ritroveranno alle ore 20.00 presso la Cappella dei Santi e dei Beati dell’Azione cattolica, a Roma presso la Domus Mariae.

    Condividi
  • Incontro, Solidarietà, Democrazia. Le ragioni di ieri, le speranze di domani

    Una festa per tutti, un medesimo destino

    09/05/2018 - 09:19

    contributi di Edoardo Zin* e Daniele Stancampiano** - Nell'Europa d’oggi, in cui le relazioni sono divenute fragili, in cui il primato dell’uomo è soffocato da un’economia che rincorre il libero mercato per diffondere un esasperato consumismo, in cui sono risorte frontiere e innalzati muri che sembravano scomparsi per sempre, celebriamo la festa e le ragioni dell’Unione ricordando uno dei suoi padri, Robert Schuman: un esempio di come la politica possa divenire un cammino di santità, un modello di vita per chi è chiamato a responsabilità civili. L’impegno per l’Europa dell’Istituto dell’Ac “G. Toniolo”,  il Manifesto per l’Europa Our EurHope: insieme per ridare speranza e futuro al progetto europeo e l’esperienza del laboratorio sull’integrazione europea EurHope.lab.

    Condividi
  • Il 9 maggio del 1978 il presidente della Dc veniva assassinato dalle Br

    Aldo Moro, autentico innovatore

    08/05/2018 - 09:17

    di Alberto Ratti* - Sono trascorsi 40 anni da alcuni tra gli eventi più drammatici che hanno segnato nel profondo la storia della nostra Repubblica: il sequestro e il successivo omicidio di Aldo Moro, presidente della Democrazia cristiana, da parte delle Brigate rosse, dopo 55 giorni di prigionia. Quegli episodi, a distanza di tempo, si sono rivelati il vero spartiacque della nostra storia. Con l’uccisione di Moro non solo è finita la Dc, ma anche la Prima Repubblica, trascinatasi stancamente fino all’epilogo di Mani pulite del 1992-1993. La sua morte ha segnato la fine della politica come leva privilegiata del cambiamento, della mediazione tout court e ha reso impossibile un’autoriforma dei partiti a lungo attesa, della classe dirigente e del personale politico.

    Condividi
  • Diocesi di Rieti e Caritas diocesana

    Cercasi volontari per Campo lavoro estivo nelle zone terremotate

    03/05/2018 - 11:45

    La diocesi di Rieti e la Caritas diocesana accolgono volontari per il Campo lavoro estivo finalizzato all’aiuto della popolazione residente nel territorio dei comuni di Posta, Borbona, Cittareale, Amatrice e Accumoli. Le attività previste saranno: Centri estivi (per animatori di oratori o educatori). Aiuto per la manutenzione delle strutture diocesane del territorio. Prossimità alle Famiglie. Si richiedono gruppi di un minimo di 25 persone a un max 35, per un periodo di 15 giorni, automuniti e autonomi nell’organizzazione dei pasti. I gruppi saranno coordinati dall’équipe della Caritas diocesana di Rieti. Per informazioni rivolgersi ad Emma Petrongari 3274748330. Prosegue inoltre il progetto Ac Illica-Terracino per il sostegno alle attività produttive del territorio, dai anche tu un contributo scrivendo a azionecattolicarieti@tiscali.it

    Condividi
  • Il Giro d’Italia 2018 parte da Gerusalemme nel nome di Bartali, "Giusto tra le nazioni"

    A colpi di pedale con Gino

    03/05/2018 - 10:56

    di Paolo Reineri* - Venerdì 4 maggio, a Gerusalemme, si apre la 101esima edizione del Giro d’Italia. Non è la prima volta che la corsa in rosa prende il via fuori dai confini nazionali, ma questa volta la città di partenza è davvero d’eccezione. La cronometro individuale della prima tappa si snoderà per le vie di Gerusalemme e sarà dedicata alla memoria di un grande ciclista italiano, di un grande uomo di fede, di un socio di Azione Cattolica: Gino Bartali.

    Condividi
  • Sette mesi dopo il referendum catalano, l’Europa e la sfida dei localismi

    Tutti per Ue, Ue per tutti?

    02/05/2018 - 10:29

    di Antonio Iannaccone* - “Per oltre sei decenni ha contribuito all’avanzamento della pace e della riconciliazione della democrazia e dei diritti umani in Europa”. Questa, la motivazione che nel 2012 spinse, il Comitato norvegese, ad assegnare il Nobel per la pace all’Unione europea. Un contributo che, a distanza di quasi sei anni, appare sempre più imprescindibile e, al contempo, di difficile attuazione. Perché i Paesi del Vecchio Continente criticano i “muri” di Trump ma, dal canto loro e in maniera analoga, non sempre scelgono la strada del dialogo, della collaborazione. Sono ancora troppi, infatti, gli interessi e i campanilismi pronti a dividere quartieri, città, regioni, popoli e intere nazioni.

    Condividi
  • Conclusi i lavori del Convegno delle Presidenze diocesane di Ac

    Per un’Azione cattolica popolare

    01/05/2018 - 12:30

    L’intervento di Matteo Truffelli, presidente nazionale Ac, ha concluso i lavori del Convegno delle Presidenze diocesane di Azione cattolica. La tre giorni romana ricca di suggestioni, indicazioni, proposte, provocazioni  per la vita dell’associazione.  E attraversata dalle parole che Francesco ha rivolto all’Azione cattolica nei due appuntamenti del 27 e 30 aprile 2017. Discorsi e “magistero dei gesti” di papa Bergoglio sono stati di fatto la colonna sonora del Convegno. A partire da quel suo: “Dovete popolarizzare di più l’Azione Cattolica”. (continua)

    Il testo integrale dell'intervento di Luigi Alici "Tanti popoli...un popolo"
    Il testo integrale dell'intervento di don Cesare Pagazzi "Tanti popoli...un popolo"

    VIDEO. Gli interventi di don Cesare Pagazzi e Luigi Alici - La presentazione delle riviste  "La Giostra" (C. Benedetti)  e "Dialoghi" (P. De Simone)

    VIDEO. Preghiera iniziale di don Antonio Mastantuono e Intervento di apertura dei lavori del Presidente Truffelli  "La nostra direttrice di azione: Conoscere, Comprendere e Attuare l'Evangelii gaudium"
    La bisaccia del pellegrino Ac
    Il no alle seduzioni populiste di società chiuse
    Mons. De Donatis: Ac, prezioso lavoro di fermento nella Chiesa
    Don Pagazzi: La categoria del popolo in Papa Bergoglio

    Alici: Anche i laici devono avere l'odore delle pecore
    Alici: "Santità feriale", fatta di preghiera, audacia e senso dell'umorismo
     Editrice Ave. Il nuovo libro di mons. Sigismondi

    Condividi
  • Il tema del diritto e dei diritti rispetto alla vita

    A proposito della vicenda del piccolo Alfie

    29/04/2018 - 10:57

    di Francesco Cananzi* - Nella notte all’ospedale di Liverpool è spirato il piccolo Alfie Evans, dopo cinque giorni senza respiratore. Mentre accompagniamo con i nostri pensieri Alfie ed i genitori, sullo sfondo di questa tragica vicenda ci sembra si agiti il tema del diritto e dei diritti rispetto alla vita. In particolare, si palesa l’incapacità di trovare soluzioni, di ricercare la strada, caso per caso, perché in tema di vita e morte ogni caso è a sè, e merita un confronto che non sia muscolare, ma sia un percorso condiviso, di reciproco scambio, di consapevolezza progressiva, di relazione professionale e umana fra medici, paziente e parenti.

    Condividi
  • Libri. La vita a colori

    29/04/2018 - 09:40

    Sentimenti, parole, gesti, figli, addii, persone, interiorità, luoghi e vita quotidiana. La vita a colori è un testo per parlare di umanità, con leggerezza e profondità; un libro per aiutare a scorgere, nelle piccole e banali cose che ci accadono, quel senso bello che apre lo sguardo e dona colore alla vita: soprattutto, una raccolta di esperienze, incontri, storie, pensieri e riflessioni, che sono la “materia prima” del blog che il giovane di Azione cattolica Marco Zanoncelli cura da anni. Un viaggio nella vita e nelle sue infinite sfumature.

    Condividi
  • Buona festa del Primo Maggio

    Un patto sociale per il lavoro

    28/04/2018 - 22:53

    di Tommaso Marino* - “La quantità, qualità e dignità del lavoro è la grande sfida dei prossimi anni per la nostra società nello scenario di un sistema economico che mette al centro consumi e profitto e finisce per schiacciare le esigenze del lavoro”, scrivono i vescovi italiani nel Messaggio per il Primo Maggio 2018 (all’interno in allegato). Tre le “urgenze fondamentali” per un “lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale” : rimozione degli ostacoli per chi il lavoro lo crea; istituzioni formative all’altezza delle sfide; una rete di protezione per i soggetti più deboli. 

    Condividi
  • La resistenza in Lombardia nei ricordi di don Giovanni Barbareschi

    Sacerdoti ribelli

    28/04/2018 - 11:11

    di Silvio Mengotto - La nuova edizione del libro Memoria di sacerdoti “Ribelli per amore” 1943-1945. Il racconto del contributo dei preti ambrosiani alla lotta di Liberazione, scritto da un protagonista. Un testo imprescindibile per comprendere la partecipazione del mondo cattolico alla Resistenza. «Oggi – scriveva padre Davide Maria Turoldo – abbiamo giovani senza ricordi: giovani astorici. Generazioni rapinate del dono della memoria; perciò incapaci, o almeno inadatte, a credere perfino in un loro definito avvenire. Non sanno nulla del passato, nulla sanno del futuro. Così rischiano d’essere alla mercè del cinismo o almeno dell’indifferenza».

    Condividi
  • Il procuratore Nino Di Matteo incontra i giovani dell’Ac di Palermo

    «Riappropriatevi del vostro futuro»

    26/04/2018 - 09:32

    di Chiara Lo Cascio* - Legalità e cultura: questo il tema scelto per la tradizionale “Festa di Primavera” dei giovani dell’Ac di Palermo, svoltasi domenica 22 aprile, nell’ambito della Settimana della cultura e della promozione associativa. Ospite di eccezione, all’indomani della sentenza sulla trattativa Stato-mafia, Nino Di Matteo, sostituto procuratore nazionale antimafia. «Credo nella bellezza di questi incontri, perché il contatto con i giovani ci fa ricordare il servizio alla collettività in nome della verità», queste le prime parole del pm che ha incoraggiato i giovani presenti a non rassegnarsi alle logiche mafiose, al tanto le cose non cambiano. Su tutto, le parole del beato padre Puglisi: «Se ognuno fa qualcosa, allora si può fare molto».

    Condividi
  • Il Convegno delle Presidenze diocesane di Ac «Un popolo per tutti»

    Per camminare insieme al popolo di Dio

    25/04/2018 - 13:14

    A Roma, dal 27 a 29 aprile, il Convegno delle Presidenze diocesane di Azione cattolica «Un popolo per tutti» (Domus Pacis, via di Torre Rossa 94). La scelta del tema “popolo” - sotteso ai quattro “principi” enunciati da Francesco nel IV capitolo di Evangelii gaudium e approfondito in questo primo appuntamento dal punto di vista teologico e pastorale - è l’occasione per lasciarsi interrogare dalle parole provocatorie che papa Bergoglio ha rivolto ai membri del Fiac il 27 aprile 2017: « l’Azione Cattolica non può stare lontano dal popolo, ma viene dal popolo e deve stare in mezzo al popolo, Dovete popolarizzare di più l’Azione Cattolica. Non è una questione d’immagine ma di veridicità e di carisma. (…) I modi di evangelizzare si possono pensare da una scrivania, ma solo dopo essere stati in mezzo al popolo e non al contrario». Da segnalare, sabato 28 aprile nel pomeriggio si terranno tre miniconvegni legati ad aspetti salienti della popolarità: la religiosità popolare, la parrocchia popolare, l’Ac popolare. Venerdi 27 aprile, alle ore 17, prima dell'inizo dei lavori del Convegno, presso la sala Wall Street della Domus Pacis Enrico Giovannini presenta il volume "Le stelle non hanno paura di sembrare lucciole" di Sandro Calvani, Editrice Ave.

    Condividi
  • 25 aprile. Buona festa della Liberazione!

    25/04/2018 - 07:04

    Auguri a tutti i soci e a tutto il Paese, buona festa della Liberazione. La memoria di ciò che ha rappresentato l'oppressione totalitaria per tanti nostri padri e madri, nonni e bisnonni, ci faccia riscoprire, in un momento così difficile dal punto di vista politico, economico e sociale, il bene e il bello della democrazia, della pace, della libertà,  delle istituzioni repubblicane, del bene comune. Una preghiera particolare, oggi, la riserviamo ai tanti soci e assistenti di Azione cattolica che negli anni cupi del fascismo seppero preservare, difendere e promuovere il valore supremo della dignità della persona. Rivolgiamo inoltre un pensiero sentito a tanti uomini e donne, adulti, giovani e bambini, che ancora oggi, in ogni angolo del mondo, vivono oppressi e impoveriti da regimi senza scrupoli.

    Condividi