Le notizie in Primo piano

  • Seminario. Giovani e lavoro tra esperienze e buone pratiche

    Quale formazione per quale lavoro?

    15/06/2017 - 09:50

    Il prossimo venerdì 16 giugno (dalle 17.00 alle 20.00), a Roma presso la Domus Mariae (via Aurelia 481), si terrà il seminario di studio Quale formazione per quale lavoro? promosso dall’Istituto per lo studio dei problemi sociali e politici “Vittorio Bachelet” e dal Settore Giovani dell’Azione cattolica. Partecipano: Lorenzo Caselli, Università di Genova; Pasquale Moliterni, Università degli studi di Roma “Foro Italico”; Maurizio Sorcioni, Anpal Servizi S.p.A. - Direzione Funzionale Knowledge. Modera i lavori Michele Tridente, Vicepresidente nazionale Ac per il Settore Giovani. Focus su: Alternanza scuola-lavoro, Servizio Civile, Formazione al lavoro. Sarà presente Matteo Truffelli, Presidente nazionale Ac. (È gradita la conferma della partecipazione)

    Condividi
  • La coperta della pace in cammino verso Panama

    13/06/2017 - 14:03

    di Rosa Masiello*- Dopo Piazza San Pietro, ora Trieste per poi riprendere il cammino sino alla Gmg di Panama. Prosegue il “pellegrinaggio” del cuore de “La coperta della pace per i bambini di Aleppo”, ideata e realizzata dall’Ac della parrocchia S.S. Trinità nella Trasfigurazione di Altamura (BA). Le mani di nonna Annamaria hanno tessuto molto di più di ritagli colorati: la coperta è il segno dell’amicizia e della vicinanza dei nostri ragazzi ai tanti coetanei costretti a causa della guerra a vivere nella paura, esclusi da tutto ciò che si dà spesso per scontato: la spensieratezza, lo studio, il gioco, l’affetto di una famiglia. Per contatti:a.c.trasfigurazione.altamura@gmail.com

    Condividi
  • Strumenti di vita spirituale/4

    Carta e taccuino, per dare profondità alla vita

    13/06/2017 - 11:58

    di Michele Pace - Il nostro percorso spirituale si nutre di tre passaggi fondamentali: mettersi in ascolto della vita, annotare su un quadernetto le cose che accadono, per poi cogliere in esse la presenza stessa di Dio. Uno strumento semplice insomma, ma dalle potenzialità uniche. Ascoltarsi, per ascoltare l’Altro. E allenarsi, anche così, al primato della vita.

    Condividi
  • È online il numero di maggio/giugno 2017

    Su Segno: don Milani, Lutero e l’Incontro Ac con Francesco

    10/06/2017 - 11:39

    A cinquant’anni dalla scomparsa del parroco di Barbiana, don Lorenzo Milani, grande educatore di giovani generazioni, il dossier di Segno di maggio/giugno torna a riflettere sul ruolo della scuola oggi. Il mensile offre poi – con racconti e belle foto – un report sulla festa-incontro dell'Ac con il Santo Padre lo scorso 30 aprile, durante la XVI assemblea nazionale. Fare un salto di qualità nell’evangelizzazione, l'invito di Papa Bergoglio all'Associazione. Per accogliere e abbracciare tutti. E ancora, oltre le molte e interessanti rubriche: il percorso umano e spirituale di Martin Lutero.

    Condividi
  • A La Spezia, la beatificazione di Itala Mela

    Al cuore della Trinità

    10/06/2017 - 09:52

    di Gian Luigi Bagnasco  - Dall’ateismo agli altari, nel segno della Trinità. È il singolare itinerario di Itala Mela. Un cammino che, dalla confusione giovanile, si è trasformato negli anni in un deciso e inarrestabile progredire nell’intimità di amore con Gesù, che l’ha impegnata non solo nella testimonianza cristiana (nella Fuci), ma soprattutto nella preghiera e nella conversione continua. Per questo viene beatificata, oggi 10 giugno, a La Spezia, dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, in rappresentanza di Papa Francesco.

    Condividi
  • 150 anni di Ac raccontati su “Avvenire”

    L’aggressione del fascismo all’associazionismo cattolico

    09/06/2017 - 17:47

    Continuano gli articoli sul 150° dell'Ac pubblicati il venerdì sul quotidiano Avvenire. Il 9 giugno, a pag 24, a firma di Piero Pennacchini, si può leggere una bella riflessione sui fatti del 1931. Il regime fascista, professando un’ideologia totalitaria, non poteva non entrare in conflitto con chi pensava e agiva in modo diverso dal suo. Fin dalla fondazione del Partito Nazionale Fascista, nel 1919, si manifestò subito un’insofferenza per l’esistenza dell’Azione cattolica. Essa costituiva, infatti, il naturale serbatoio di voti per il Partito Popolare Italiano, anche se non si confondeva con esso e svolgeva un’attività solamente religiosa.
    Ricordiamo che i soci di Ac potranno fruire gratuitamente per sei mesi di Avvenire digitale. Il Centro nazionale dell’associazione ha inviato ai soci, attraverso una mail, le modalità per aderire all’iniziativa.Chi non ha ricevuto la lettera può aderire all’iniziativa scrivendo a promozione@azionecattolica.it

    Condividi
  • Evangelizzatori con spirito/4

    La “mistica” della fraternità

    08/06/2017 - 14:16

    di Antonio Mastantuono - Il discepolo sa scoprire Gesù nel volto degli altri, nella loro voce, nelle loro richieste. Un ethos fraterno che vive il momento “negativo” o passivo laddove ama il prossimo con paziente carità e perdono costante, ossia capacita di accoglierlo con i suoi difetti, con i suoi peccati. La dimensione "positiva" o attiva sta invece nel «cercare la felicità degli altri», ossia promuovere l’altro, volere la sua gioia, e questo non solo a misura nostra, ma con la misura di Dio. Prosegue, con il quarto articolo a cura del Vice Assistente generale dell’Ac, la riflessione della rubrica annuale sul “credere” oggi, proposta dal mensile Segno.

    Condividi
  • Accolto l’appello del parroco di Lampedusa e assistente di Ac

    Don Carmelo e la Bibbia per i migranti cristiani

    08/06/2017 - 10:48

    Lo scorso fine maggio si sono recati a Lampedusa il presidente dell’Associazione Biblica Italiana, Luca Mazzinghi, assieme a Valdo Bertalot e Mara La Posta, della Società Biblica in Italia, ospiti del parroco don Carmelo La Magra, assistente dell’Azione Cattolica agrigentina. In risposta all’appello lanciato da don Carmelo, hanno consegnato ben 1.700 copie della Bibbia in inglese e in francese, nella edizione interconfessionale curata dalle Società Bibliche da distribuire ai migranti cristiani - in maggioranza tra gli sbarcati sull’isola - che ne faranno richiesta. Lo scorso aprile, in occasione del Congresso Fiac, don Carmelo aveva consegnato a Papa Francesco, visibilmente commosso, un Vangelo con i salmi in lingua inglese trovato sul fondo di un barcone utilizzato dai migranti.

    Condividi
  • Fiac - Giovedì 8 giugno alle ore 13

    “Un minuto per la pace” 2017

    05/06/2017 - 11:07

    Anche quest’anno il Forum Internazionale di Azione Cattolica propone a tutti gli uomini e a tutte le donne di buona volontà “Un minuto per la pace”: per unire il nostro impegno e la nostra preghiera per la pace, purtroppo ancora spezzata o minacciata in diverse regioni del mondo. L’appuntamento è per giovedì 8 giugno alle ore 13, nel terzo anniversario dello storico incontro in Vaticano tra Papa Francesco e i presidenti di Israele e Palestina. La proposta del Fiac è che domani, alle ore 13, ognuno possa fermarsi un attimo, per un minuto, a pregare. Da soli o in gruppo, in chiesa ma anche nelle nostre case o nei luoghi di lavoro o di studio. “Un minuto per la pace”: per rispondere nel quotidiano a  Francesco che ci ricorda quanto la pace sia un “lavoro artigianale” che richiede passione, pazienza, esperienza, tenacia.
    All'udienza di questa mattina, Papa Bergoglio ha ricordato l'appuntamento e riproposto l'invito: “Domani, alle ore 13 si rinnova in diversi Paesi l’iniziativa ‘Un minuto per la pace’, cioè un piccolo momento di preghiera nella ricorrenza dell’incontro in Vaticano tra me, il compianto presidente israeliano Peres e il presidente palestinese Abbas". Aggiungendo “Nel nostro tempo c’è tanto bisogno di pregare – cristiani, ebrei e musulmani – per la pace”.

    Condividi
  • Disegni di Affettività 2017

    L’amore è un’altra cosa

    28/05/2017 - 14:18

    Anche per il 2017 il Settore Giovani e l’Area Famiglia e Vita vi aspettano a “Disegni di Affettività” (L’amore è un'altra cosa. Le parole nuove per dirsi ti amo, dal 2 al 4 giugno ad Assisi, Hotel Casa Leonori). Come tradizione degli ultimi anni, l’incontro è dedicato alle giovani coppie, siano esse di fidanzati che di sposi, e si offre come tempo di riflessione personale e di coppia; cura e sostegno dell’Azione cattolica al cammino del fidanzamento prima e del matrimonio dopo. Partecipano mons. Gualtiero Sigismondi, Assistente generale dell’Ac, e Marco Scarmagnani, giornalista, formatore e mediatore familiare. All’interno il programma.

    Condividi
  • La sua prima dichiarazione e gli auguri di mons. Gualtiero Sigismondi

    Matteo Truffelli confermato Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana

    28/05/2017 - 11:26

    Matteo Truffelli è stato confermato Presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana per il triennio 2017-20. La nomina è avvenuta in seno al Consiglio permanente della Conferenza Episcopale Italiana - nella sessione straordinaria del 24 maggio -  che ha scelto all’interno della terna di nomi che il Consiglio nazionale dell’Azione Cattolica Italiana aveva indicato dopo la conclusione della XVI Assemblea nazionale dell’Associazione. All'interno, la prima dichiarazione del Presidente Truffelli, nell’apprendere la notizia della sua riconferma, e gli auguri di mons. Gualtiero Sigismondi, Assistente ecclesiastico generale dell’Azione Cattolica Italiana.

    Condividi
  • La visita di Papa Francesco a Genova

    “Ora tocca a voi”

    28/05/2017 - 08:24

    di Gigi Borgiani - Non è stata certo una visita di cortesia, di poesia, di consuetudine, dal momento che siamo abituati a questo Papa pellegrino. Francesco ancora una volta è sceso in mezzo al popolo per gettare semi. E “ora tocca a voi” ha detto, concludendo il suo discorso ai giovani. “Io torno a Roma, ma voi restate qui; è qui che si gioca la vostra missionarietà”. Nel quotidiano del mondo. Dei nostri mondi. Uscendo dalla superficialità o dalla negligenza che spesso ci soffocano per accompagnare per “fare strada con”.

    Condividi
  • La proposta di un’esperienza di servizio con i bambini di Betlemme

    “Al vedere la stella…”

    27/05/2017 - 16:11

    di Tony Drazza - Con la Presidenza nazionale abbiamo deciso di farci e di proporvi un regalo per i 150 anni dell’Ac. Un regalo che non si scarta, che non ha fiocchi da slegare ma solo una valigia da preparare e il desiderio di star via di casa qualche giorno. Per andare dove? In Terra Santa. 10 giorni a Betlemme per dare una mano ai religiosi e alle religiose della Famiglia del Verbo Incarnato nella gestione della casa di accoglienza Hogar Niño Dios che ospita bambini con disabilità, abbandonati o in grave necessità. Là dove il futuro è nato, dove il tempo e la storia hanno assunto pienezza di significato, a prendersi cura del presente. All’interno, informazioni sul progetto e modalità di partecipazione.

    Condividi
  • Manifesto Copercom per la 51ª GMGS: laici e cattolici nella comunicazione globale

    Diamo diritto di cittadinanza alla buona notizia

    24/05/2017 - 10:50

    Noi, presidenti e delegati delle 29 associazioni aderenti al Copercom, accogliamo con entusiasmo l’invito di Papa Francesco a “comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo”. Consapevoli dello “scandalo del male” che percorre la vita di persone, famiglie e comunità, non vogliamo arrenderci a una comunicazione in ostaggio delle “cattive notizie”, frutto di una pervasiva negatività che sembra aver catturato il cuore e la ragione dell’umanità. Anzi, riteniamo di dover ostacolare il malumore, la rassegnazione e l’apatia, indossando gli “occhiali giusti” per leggere la realtà alla ricerca della buona notizia e dei testimoni della speranza e della fiducia. Certi che la Buona Notizia è il “Vangelo di Gesù”, ci impegniamo da comunicatori cattolici a costruire una narrazione contrassegnata dalla “logica della buona notizia” nel campo aperto della comunicazione globale, ben consapevoli della sfida posta dalla laicità.

    Condividi
  • Gli auguri dell’Ac al cardinale Gualtiero Bassetti per la nomina a Presidente della Cei

    24/05/2017 - 10:23

    L’Azione cattolica italiana saluta con gioia la nomina del cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, a Presidente della Conferenza episcopale italiana. Ringraziando papa Francesco per la paterna sollecitudine verso la Chiesa italiana, e il cardinale Bassetti per la disponibilità a un servizio così importante, gli formuliamo i più fervidi auguri di buon lavoro e gli assicuriamo la nostra collaborazione, il nostro affetto, la nostra preghiera.
    L’Ac conferma al nuovo Presidente della Cei e a tutti i vescovi delle nostre diocesi il desiderio di partecipare con passione e corresponsabilità alla missione della Chiesa italiana in un tempo che, seppure segnato da paure e diseguaglianze, è ricco di bene e di opportunità, di mani e cuori operosi, di sincere disponibilità alla costruzione del bene comune.
    Nel cuore delle celebrazioni per i primi 150 anni di vita dell’associazione, con i vescovi italiani sogniamo una Chiesa in uscita, perennemente missionaria, sbilanciata in avanti per chinarsi sui più deboli, capace di fornire un contributo culturale critico e costruttivo sui grandi temi etici, economici, sociali e politici.
    Desideriamo rivolgere un grato saluto al cardinale Angelo Bagnasco per il servizio reso alla Chiesa italiana: dal lui abbiamo sempre ricevuto attenzione e ascolto, avvertendo una speciale paternità e una forte consapevolezza del ruolo dei laici credenti nella Chiesa e nella società.

    Condividi