Le notizie in Primo piano

  • Il triennio… per filo e per sogno

    11/03/2017 - 09:25

    di Maria Grazia Vergari - La vita associativa prevede una scansione temporale di tre anni: il tempo che intercorre, attivo e intenso, da un’Assemblea elettiva all’altra. Quali i tratti del periodo 2014-2017? Sono davvero tanti e passano dalle metafore calcistiche del presidente Matteo Truffelli agli incontri con i presidenti parrocchiali, dai creativi slogan e gadget alle tante “parole” attorno alle quali si costruisce un sentire comune. E poi il silenzio di Casa San Girolamo e la testimonianza cristiana lasciata da mons. Mansueto Bianchi.

    Condividi
  • 29 aprile: tutti a San Pietro, Francesco ci aspetta

    09/03/2017 - 10:08

    di Carlotta Benedetti - Non manca molto all’incontro nazionale #AC150 Futuro Presente, che si terrà a Roma sabato 29 aprile, in mattinata. Tutte le diocesi d’Italia, impegnate nel cammino assembleare, si stanno organizzando per raggiungere la capitale e festeggiare i 150 anni dalla nascita dell’Azione cattolica. Per chi ancora non l’avesse già fatto, su 150.azionecattolica.it tutte info e le modalità di iscrizione. Francesco ci attende. Portiamo con noi a Roma anche chi nel frattempo si è allontanato dall’Ac, ma che ha pensato e costruito questa storia prima di noi: sarebbe bello vivere tutti insieme tale incontro, testimoniando che tutti abbiamo contribuito e stiamo aiutando a scrivere pagine belle di storia associativa.

    Condividi
  • 8 marzo festa della donna

    Non sole mimose… tra dignità, impegno e responsabilità nella vita privata e pubblica

    08/03/2017 - 09:16

    di Donatella Pagliacci - Come ogni anno, in tutto il mondo, l’8 marzo è il giorno dedicato alla memoria delle lotte per l’affermazione e il riconoscimento dei diritti delle donne. Un giorno che dovrebbe aiutarci a non dimenticare le storie delle molte donne che hanno vissuto e lottato per consegnarci un mondo più giusto, un mondo capace di non discriminare degli esseri umani, solo perché donne. Un giorno nel quale dovremmo ricordarci di milioni di donne che, quotidianamente, credono e vivono per affermare la loro dignità e libertà, ma che purtroppo ancora oggi subiscono violenze fisiche e psicologiche.

    Condividi
  • Evangelizzare con spirito/1

    Per annunciare il Vangelo non bisogna essere capaci ma gioiosi

    07/03/2017 - 13:40

    di Tony Drazza - Essere capaci di riaprire la vita interiore, rinnovare l’incontro con Gesù, sentirci invitati: sono le tre vie che ci suggerisce l’assistente centrale del settore Giovani di Ac, che, in questo primo articolo, che apre la rubrica annuale di spiritualità, delinea un impegno esistenziale che si fonda su un’”evangelizzazione con spirito”. Sulla traccia lasciata dagli stimoli di papa Francesco contenuti nell’Evangelii gaudium.

    Condividi
  • Mons. Gualtiero Sigismondi è il nuovo Assistente ecclesiastico generale dell’Azione Cattolica Italiana

    06/03/2017 - 12:52

    Papa Francesco ha nominato S. E. mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno, quale Assistente ecclesiastico generale dell’Azione Cattolica Italiana. La felice notizia, che sottolinea ancora una volta il legame speciale tra l'Ac e la Chiesa, giunge in vista di importanti appuntamenti: i lavori della XVI Assemblea nazionale dell’Ac (28 aprile - 1 maggio) e l’Incontro del popolo di Azione Cattolica con papa Francesco in Piazza San Pietro il prossimo 29 aprile, inizio straordinario delle celebrazioni per i 150 anni dell’Associazione. All’interno, il messaggio di saluto di mons. Gualtiero Sigismondi all’Azione Cattolica Italiana e il benvenuto del Presidente nazionale dell’Ac, Matteo Truffelli.

    Condividi
  • Welfare e legami intergenerazionali

    Bambini e anziani, risorse da riscoprire

    06/03/2017 - 12:49

    di Fabio Cucculelli – Alcune piste di lavoro emerse dai tavoli tematici del recente convegno “Dal benessere al buon vivere. Progettare il nuovo welfare municipale”, promosso dall’Ac e rivolto agli amministratori locali. La cura dei legami intergenerazionali così come il saper custodire il valore della memoria, il mettere al centro la famiglia come soggetto sociale, politico ed ecclesiale, sono la via necessaria per costruire e ri-costruire relazioni sociali e familiari nuove e dare un futuro migliore al nostro presente.

    Condividi
  • Giovani e studenti di Azione Cattolica

    ESTATE 2017: QUANDO IL CAMPO RADDOPPIA

    03/03/2017 - 09:04

    di Lucia, Michele, Adelaide, Gioele, don Tony, don Michele - Ma come? Marzo è arrivato e non ci sono ancora notizie sui campi nazionali? Eravate preoccupati? Tranquilli, stavamo lavorando per un’estate 2017 carica di grosse sorprese! L’estate associativa per giovani e msacchini raddoppia la sua proposta con ben due campi nazionali (uno al Centro-Nord, uno al Centro-Sud). Ecco le date da segnare in agenda: il primo campo si terrà dal 28-31 luglio e il secondo dal 4 al 7 agosto 2017 (in entrambi i casi, dal venerdì al lunedì). Per i luoghi, ci vuole ancora un po’ di pazienza: li sveleremo fra qualche giorno!

    Condividi
  • Storia, identità, impegno e priorità dell’associazione nelle parole del presidente Matteo Truffelli

    150 anni da cui ripartire con rinnovato slancio verso il futuro

    02/03/2017 - 16:20

    Intervista a Matteo Truffelli di Giovanna Pasqualin Traversa pubblicata dal SIR – Al presidente nazionale che ha guidato l’Ac nel triennio 2014-2017, il SIR ha chiesto con quale spirito l’associazione si prepara alla sua XVI Assemblea nazionale (Roma, 28 aprile - 1° maggio -“Fare nuove tutte le cose. Radicati nel futuro, custodi dell’essenziale”) e all’incontro con papa Francesco sabato 29 aprile in piazza San Pietro (“#AC150 Futuro Presente”), apertura delle celebrazioni per il 150° dalla nascita. “Presente in quasi 7mila parrocchie in tutte le diocesi italiane, con oltre 300mila aderenti e più di 600mila partecipanti alle attività associative – spiega il presidente – fin dalle sue origini l’Ac esiste dal basso, radicata in modo capillare sul territorio. Una vocazione, rafforzata ulteriormente dal Concilio, a vivere dentro e al servizio delle Chiese diocesane, all’interno delle parrocchie per aiutarle a camminare con lo stesso passo della Chiesa locale sentendosi, al tempo stesso, parte di una comunità più grande in un momento di grave frammentazione come quello di oggi”.

    Condividi
  • Quaresima tempo per vedere, per capire, prendere a cuore

    «Convertitevi e credete al Vangelo»

    01/03/2017 - 11:06

    di Antonio Mastantuono* - Riposte nell’armadio le maschere e archiviate le ricette delle frappe siamo invitati a iniziare il cammino quaresimale, con l’austero rito delle ceneri. In fila, con il capo chino, una mano poserà sul nostro capo un pizzico di cenere, e una voce ripeterà per noi le parola con cui Gesù iniziò la sua predicazione: «Convertitevi e credete al Vangelo». Accogliere questo invito di Gesù significa cambiare con coraggio la nostra vita, il nostro modo di pensare e di conseguenza contribuire anche al cambiamento del mondo nel quale viviamo, perché se qualcosa cambia dentro di noi, nel nostro modo di relazionarci con gli altri, nel nostro stile di vita, qualcosa cambierà anche intorno a noi.

    Condividi
  • Casa San Girolamo a Spello

    Porte aperte per i week-end di Quaresima

    01/03/2017 - 09:06

    di Gigi Borgiani - Il “polmone spirituale” dell’Azione cattolica propone un ricco programma di appuntamenti fino a Pasqua. Sei fine settimana per riflettere su figure della Bibbia, sulla Passione di Gesù, sulla Evangelii gaudium. Sul sito di Casa San Girolamo (http://casasangirolamo.azionecattolica.it/), che ogni settimana presenta spunti di riflessione e di vita spirituale, e su Facebook, sono presenti i programmi e tutte le informazioni utili per iscriversi ai fine settimana di Quaresima e alle innumerevoli proposte per tutta l’estate.

    Condividi
  • A proposito di lavoro e giustizia sociale

    Senza lavoro non c’è futuro per la democrazia

    27/02/2017 - 14:19

    di Fabio Mazzocchio - Il lavoro è prima che un diritto per i singoli, un dovere per lo Stato. Garantire buoni livelli occupazionali significa, nella sostanza, promuovere democrazia reale e equilibrio sociale. In questo senso, serve attivare una strategia di cambiamento - come suggerisce Francesco con la Laudato si’, - per ripensare i processi di sviluppo e le dinamiche sociali. Lo Stato non dovrà certo farsi imprenditore, ma ha ancora la responsabilità di regolare il mercato, attivando politiche economiche che puntino tutto sullo sviluppo occupazionale. Senza lavoro non c’è futuro né per i singoli, né per le comunità politiche.

    Condividi
  • Uomo forte o apparati anonimi? Il falso dilemma

    27/02/2017 - 14:19

    di Luigi Alici - La riflessione sulla “misura” della partecipazione politica viene da lontano. Nel mondo antico il problema era ben presente, forse più che in epoca moderna, quando la lunga battaglia contro l’assolutismo ha portato a pensare che i limiti della democrazia potessero essere soltanto per difetto. Per questo, all’ombra di una battaglia - certamente sacrosanta - per difendere la forma politica democratica sono fiorite progressivamente le rendite di posizione, al punto che l’appellativo “democratico” alla fine è quasi diventato una specie di passe-partout: in nome degli spazi di democrazia si poteva chiedere tutto e il contrario di tutto. È nato così un lungo processo, di cui in una certa misura siamo tutti un po’ responsabili, di vero e proprio stravolgimento della partecipazione.

    Condividi
  • Il prossimo 4 marzo, alla Domus Mariae il Convegno dell’Azione Cattolica sulla Scuola

    Imparare a dire noi! Scuola, alleanze e processi

    26/02/2017 - 12:25

    “Imparare a dire noi”, un’espressione che ricorda una vecchia canzone di Giorgio Gaber e che ci ricorda il valore del saper pensare e agire insieme, stringendo alleanze. Un dinamismo assai prezioso soprattutto se vissuto all’interno di luoghi, come la scuola, dove questo è assolutamente indispensabile affinché l’azione educativa, indirizzata a bambini, ragazzi e giovani, possa avere la sua efficacia. Ecco perché la Presidenza nazionale di Azione Cattolica, in collaborazione con il Movimento Studenti di AC e il Movimento di Impegno Educativo di AC, intende rilanciare il cammino già intrapreso negli anni scorsi, proponendo un momento specifico di formazione rivolto a tutti coloro che operano nel mondo della scuola: il Convegno Imparare a dire noi! Scuola, Alleanze, Processi, a Roma il prossimo 4 marzo 2017, presso la Domus Mariae - aula Barelli (all’interno, le modalità d'iscrizione).

    Condividi
  • “Il caso Spotlight”. Prima che un film, un esempio di giornalismo civile

    Raccontare (bene) il male

    23/02/2017 - 17:44

    di Domenico Delle Foglie - Anche nelle migliori comunità il male è in agguato e quello della pedofilia è certamente fra i più insopportabili, soprattutto se il carnefice veste i panni del ministro di Dio. Per chi fa informazione: mai staccare gli occhi dalla comunità (anche quella dei credenti). E soprattutto non fermarsi dinanzi al potere. Piuttosto, nel tempo della “parresia” invocato da Francesco, i comunicatori cattolici non dovrebbero avere alcun timore nell’alzare lo sguardo e renderlo più acuto. Da che parte comincia la trasparenza se non da casa nostra? A noi la responsabilità di dare dignità e spazio alle buone notizie come ci chiede il Papa, ma anche il dovere di raccontare (bene) il male.

    Condividi
  • Oggi come domani, lo sviluppo è il nuovo nome della pace

    Garantire un lavoro dignitoso per prevenire i conflitti

    20/02/2017 - 10:23

    di Andrea Michieli - Oggi, 20 febbraio, si celebra la Giornata Mondiale della Giustizia Sociale. Il tema scelto per quest’anno è Prevenire il conflitto e sostenere la pace attraverso il lavoro dignitoso. L’obiettivo della giornata è rilanciare l’impegno degli Stati a promuovere un sistema, su scala globale, basato sui principi di giustizia, eguaglianza, democrazia partecipativa, trasparenza, accountability e inclusione, con un richiamo esplicito al lavoro dignitoso delle donne e dei giovani. In verità, la giustizia sociale è regredita in questi ultimi anni, complice la più grave crisi economico-finanziaria che il mondo abbia vissuto. Ciò non di meno, al tempo della “guerra mondiale a pezzi”, appare ancor più chiaro che resta inscindibile il trinomio fecondo “giustizia, lavoro e pace”, riproposto da Francesco come “ecologia integrale” nella Laudato si'.

    Condividi