Archivio de "il Fatto del Giorno"

25 aprile. Buona festa della Liberazione!

Mercoledì, 25 aprile 2018

Auguri a tutti i soci e a tutto il Paese, buona festa della Liberazione. La memoria di ciò che ha rappresentato l'oppressione totalitaria per tanti nostri padri e madri, nonni e bisnonni, ci faccia riscoprire, in un momento così difficile dal punto di vista politico, economico e sociale, il bene e il bello della democrazia, della pace, della libertà,  delle istituzioni repubblicane, del bene comune. Una preghiera particolare, oggi, la riserviamo ai tanti soci e assistenti di Azione cattolica che negli anni cupi del fascismo seppero preservare, difendere e promuovere il valore supremo della dignità della persona. Rivolgiamo inoltre un pensiero sentito a tanti uomini e donne, adulti, giovani e bambini, che ancora oggi, in ogni angolo del mondo, vivono oppressi e impoveriti da regimi senza scrupoli.

Moro, la via della politica

Venerdì, 16 marzo 2018

Oggi si ricordano i 40 anni dalla cattura di Aldo Moro e l'uccisione degli uomini della sua scorta, Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Franco Zizzi, avvenuta per mano delle Brigate rosse. Un evento, culminato nell'omicidio dello statista democristiano, che ha segnato la storia dell'Italia repubblicana. Vogliamo ricordare  Moro proponendovi alcuni brani tratti da una serie di suoi scritti ancora oggi - a nostro parere - di grande attualità su temi quali le relazioni internazionali, la democrazia, i partiti e l'Europa unita.

Laudato si’. Francesco e la cura della casa comune.

Giovedì, 18 giugno 2015
Papa Francesco

di Fabio Zavattaro – Pubblicata la nuova enciclica di Francesco dedicata al creato e alla sua salvaguardia. L’umanità è chiamata a prendere coscienza della necessità di cambiamenti di stili di vita, di produzione e di consumo. Scrive il Papa: «Oggi non possiamo fare a meno di riconoscere che un vero approccio ecologico diventa sempre un approccio sociale, che deve integrare la giustizia nelle discussioni sull’ambiente, per ascoltare tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri».

La terra è per l'uomo promessa di vita

Martedì, 16 giugno 2015
Terra coltivata

di Fabio Mazzocchio* – Gli antichi avevano un’alta considerazione della terra come luogo generativo della vita e fonte di nutrimento per gli esseri. L’uomo moderno ha perso questo legame naturale e simbolico con la terra. Ma questa è il vero bene comune indisponibile per il futuro della famiglia umana: il rispetto per la vita parte dal riconoscimento di un ancestrale bisogno di terra.

Campi profughi e parole in libertà

Sabato, 13 giugno 2015
Migranti

di Patrizia Caiffa - Mentre il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, affermava che “alimentare la paura non è mai una buona consigliera”, il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, già ministro dell'Interno, proponeva: “Bisogna bloccare le partenze: non bombardando i barconi, ma impedendo loro di partire attraverso un blocco navale e creando dei campi profughi in Libia, su iniziativa delle Nazioni Unite”. Ma sa davvero cosa vuol dire vivere in un campo profughi?

Periodici diocesani, messaggeri di speranza

Giovedì, 11 giugno 2015
Settimanali cattolici

di Francesco Zanotti* - Oltre le tante “sofferenze” dovute alla diminuzione di pubblicità, vendite e contributi pubblici, senza contare i ritardi nei recapiti postali e la generale crisi di tutto il mondo dell’editoria, i periodici diocesani rappresentano un patrimonio culturale e di democrazia da difendere, una voce importante capace di arrivare anche là dove la parola dei pastori non sempre giunge con facilità, uno strumento essenziale per una “Chiesa in uscita” verso le periferie dell’esistenza.

«Mai più la guerra, no a scontri di civiltà»

Martedì, 09 giugno 2015
Papa Francesco a Sarajevo

di Fabio Zavattaro - La città di Sarajevo rappresenta un messaggio di pace da offrire al mondo intero. La “Gerusalemme d’Europa” può testimoniare al mondo «che la collaborazione tra etnie e religioni è possibile». L’intenso viaggio di Francesco in Bosnia Erzegovina e il suo invito a costruire «nuovi ponti di dialogo» e una convivenza tra culture, popoli e fedi diverse edificata «sul ricordo e sul perdono».

Fiac. Un minuto per la pace

Sabato, 06 giugno 2015

A un anno dall’incontro in Vaticano tra Papa Francesco, Shimon Peres, Mahmoud Abbas e il patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I, un’iniziativa promossa dal Forum Internazionale di Azione Cattolica rilancia l’invocazione per la pace in tutto il mondo promuovendo per lunedì 8 giugno, alle ore 13, un minuto di sosta, silenzio e, per chi crede, di preghiera. Oltre all’Italia, adesioni sono giunte da tutto il mondo. Il servizio del Sir.

Una ricchezza chiamata migranti

Venerdì, 05 giugno 2015
Immigrati che lavorano sui campi

di Antonio Martino - Senza il contributo di chi viene dall’estero alcuni settori dell’economia sprofonderebbero nella crisi e anche per questo è ancor più necessaria una politica che interpreti in positivo le migrazioni. È questa la lettura di fondo che accompagna i dati del XXIV Rapporto Nazionale Caritas e Migrantes, presentato a Expo Milano 2015 nel corso del convegno “Migranti e Cibo, dallo sfruttamento lavorativo all’imprenditoria etnica”.

Tra astensionismo e crisi delle Regioni

Mercoledì, 03 giugno 2015
Elezioni

di Andrea Michieli - Da poche ore si è conclusa la festa della Repubblica, eppure, guardando alle recenti elezioni amministrative regionali, c’è il sospetto che il festeggiato sia l’unico scontento. Il popolo, a giudicare dall’astensionismo, non festeggia. La Repubblica nacque sotto il segno della democrazia di massa per allargare la partecipazione di tutti i cittadini; nacque sotto il segno delle autonomie e del pluralismo degli ordinamenti. Democrazia popolare e autonomie sono le vere sconfitte delle elezioni.

Ac. Custodi di un legame

Venerdì, 29 maggio 2015
Striscione Azione Cattolica Italiana

di Monica Del Vecchio* - Le nuove proposte dell’Area della Promozione Ac nella linea del guardare per conoscere, impegnarsi, osare… Legame e sostegno alle realtà locali. Nasce inoltre What’s up?, la newsletter che i presidenti parrocchiali di Ac riceveranno con cadenza trimestrale. Uno strumento formativo e informativo che intende aiutare a creare e sostenere la consapevolezza dell’associazione e della sua vita ai diversi livelli e ridire l’Abc dell’Azione Cattolica senza retorica nel contesto ecclesiale di oggi.

L'uso strumentale della religione

Martedì, 26 maggio 2015
Persecuzioni dei cristiani

di Giulio Albanese* - Le atrocità commesse dai miliziani dell’Isis in Siria e Iraq hanno suscitato lo sgomento e l’indignazione a livello planetario. Ma cosa c’è, effettivamente, dietro le modalità espressive, a dir poco deliranti, di questo movimento jihadista che si sta manifestando come la mannaia del terzo millennio? La posta in gioco è alta perché stiamo parlando di un approccio metodologico fondamentale per evitare uno scontro delle civiltà.

Italia. Ritratto di un Paese affaticato

Giovedì, 21 maggio 2015
Grafico

di Giuseppe Notarstefano* - L’Italia del Rapporto annuale Istat 2015 appare affaticata da una lunga stagione di declino, da un persistente dualismo interno tra Centro-Nord e Mezzogiorno anche se caratterizzata da una debole ripresa congiunturale che potrà tradursi a livello strutturale solo se inciderà nei processi innovativi delle imprese, nell’innalzamento dei tassi di partecipazione e nella capacità di stimolare i sistemi territoriali e le vocazioni locali.

Francesco ai vescovi. Andate controcorrente

Martedì, 19 maggio 2015
Papa Francesco alla Cei

di Antonio Martino – Il Papa ha aperto l’Assemblea generale dei vescovi italiani (riunita in questi giorni nell’aula del Sinodo) ponendo l’accento del suo discorso sull’importanza di «quello che si può definire la sensibilità ecclesiale: ossia appropriarsi degli stessi sentimenti di Cristo, di umiltà, di compassione, di misericordia, di concretezza – la carità di Cristo è concreta – e di saggezza»; e declinando tale richiamo con l’invito ad andare controcorrente, ad avere un atteggiamento pastorale che richiede: la pienezza del Vangelo nel rivolgersi alla gente, il coraggio nella denuncia della corruzione, la concreta collegialità e comunione tra vescovi e sacerdoti; e un laicato che sia lasciato libero di assumere le proprie responsabilità senza aver bisogno del vescovo-pilota o di un «input clericale».

La famiglia al centro dell'attenzione

Venerdì, 15 maggio 2015
Famiglia

di Giuseppina De Simone e Franco Miano – XXI Giornata internazionale della famiglia: una realtà che nessuno può dire lontana da sé e in cui è in gioco il senso e la possibilità stessa dell’umano. L’augurio è una Chiesa che sappia imparare dalla famiglia e una famiglia che si riscopra chiesa domestica, luogo della trasmissione della fede, tessuto di relazioni che generano vita, crocevia di impegni e di responsabilità, trama di concreta accoglienza dell’altro e, per questo, insostituibile scuola di umanità, di socialità.

Il Governo ascolti le proposte degli studenti

Mercoledì, 13 maggio 2015
Corteo per la scuola

di Gioele Anni e Adelaide Iacobelli* - Il Governo ha incontrato a Palazzo Chigi i rappresentanti delle Associazioni Studentesche per discutere del disegno di legge “La buona scuola”. Erano presenti i ministri Madia, Boschi e Giannini, e il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio De Vincenti. Il confronto si è svolto in un clima sereno. La discussione è stata anche serrata sui temi più critici, ma sempre nel rispetto reciproco. Mentre aumenta la tensione intorno alla riforma della scuola, auspichiamo che tutti i soggetti coinvolti possano stemperare i toni più aspri e dibattere nel merito dei provvedimenti.

Pace ed Europa: il tempo di crescere

Sabato, 09 maggio 2015
Europa

di Paolo Bustaffa - A settant’anni dalla fine della seconda guerra mondiale e a sessantacinque dalla “Dichiarazione Schuman” continua a essere nel riconoscimento del primato della persona la ragione d’essere dell’Unione europea. Per questo, guardando alle tragedie sul mondo, è giusto dire che occorre più Europa e non meno Europa.

Perché il MSAC non ha scioperato?

Giovedì, 07 maggio 2015
Scuola

di Gioele Anni e Adelaide Iacobelli* - Perché il Movimento Studenti di Azione Cattolica non ha scioperato? Tanti ci hanno fatto questa domanda. “Se non scioperate condividete la ‘Buona scuola’?”; “E siete contro gli insegnanti che hanno manifestato?”. No, gli studenti di AC ieri non hanno scioperato. Ma non riduciamo tutto a semplificazioni. Proviamo a chiarire la nostra scelta in tre punti.

A tavola con Dio

Mercoledì, 06 maggio 2015
Il Vaticano ad EXPO 2015

di Gianni Di Santo - «La Expo è un’occasione propizia per globalizzare la solidarietà. Cerchiamo di non sprecarla ma di valorizzarla pienamente!». Così Francesco, con riferimento a fame nel mondo e sprechi alimentari. Sulla manifestazione pesano infatti alcuni dati: 870 milioni di persone denutrite, mentre c’è chi muore per disturbi di salute legati a un’alimentazione scorretta ed esagerata. Senza contare l’1,3 miliardi di tonnellate di cibo che viene sprecato ogni anno. Il papa ci invita a scelte politiche consapevoli e stili di vita sostenibili, l’Expo ci dirà se è possibile trovare un equilibrio tra la disponibilità delle risorse e un consumo solidale.

Un abbraccio che continua

Domenica, 03 maggio 2015
Incontro 3 maggio 2014

di Anna Teresa Borrelli* - Eccoci qui, a un anno dal bellissimo incontro vissuto con Papa Francesco il 3 maggio 2014. Per tutta l’Azione cattolica un momento particolarmente importante, intenso e centrale del suo cammino. Un anno scandito e ritmato dalle tre parole che il Santo Padre ha consegnato alla nostra Associazione: rimanere, andare e gioire; un anno che ci ha portati a tracciare il percorso delle nostre associazioni a partire dalle linee indicate nell’Evangelii Gaudium, oggetto di riflessione anche del Convegno delle Presidenze diocesane appena celebrato; un anno durante il quale abbiamo provato ad essere sempre più “Ac in uscita” in questa “Chiesa in uscita”.