Primo piano

Convegno nazionale degli Assistenti di Ac-Fuci-Meic-Mieac

Memoria del futuro

La celebrazione del 150° anniversario della fondazione dell’Azione Cattolica Italiana caratterizzerà il prossimo Convegno nazionale degli Assistenti regionali, diocesani e parrocchiali di Ac, Fuci, Meic e Mieac, dal 29 gennaio all’1 febbraio prossimo, ad Assisi presso Casa Leonori. Partecipano a Memoria del futuro. Da 150 anni il prete a servizio dell’Ac: F. Sportelli (Univ. della Basilicata), R. Cananzi (presidente dell’Isacem), A. Lazzaretto (Univ. di Padova), G. Vian (Univ. Ca’ Foscari-Venezia), mons. A. Napolioni (vescovo di Cremona); p. G. Michelini (preside Istituto Teologico di Assisi), M. Truffelli (presidente naz. dell’Ac), mons. D. Sorrentino (vescovo di Assisi), L. Marcelli (responsabile naz. dell’Acr), mons. G. Sigismondi (Assistente generale di Ac e vescovo di Foligno), mons. D. Viganò (prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede).

Condividi

Focus

Modulo tematico del Settore giovani di Ac

È tempo di andare!

di Martina Decaroli - Un nuovo anno è da poco incominciato e sarà ricco di momenti belli da vivere insieme come Settore giovani di Ac. Il primo appuntamento in calendario è il Modulo tematico “È tempo di andare!” che si terrà dal 9 all’11 febbraio prossimi a Roma, presso la Domus Mariae in via Aurelia 481. Nei primi due giorni il Modulo si intreccerà con il XXXVIII Convegno Bachelet e il suo programma; da sabato pomeriggio, spazio ai miniconvegni su quattro temi di grande attualità, con l’aiuto di ospiti d’eccezione: Università - A. Bomcopagni; Lavoro e Impresa - I.Macconi e L. Raffaele; Servizo agli ultimi - F. Marsico; Cura dei beni comuni - G. Arena e M. Carducci. Domenica mattina la tavola rotonda con i rappresentanti dei "corpi intermedi" chiamati a raccogliere e rilanciare le istanze dei giovani: G. Gentili (sindaco di Pitigliano), M. Bentivogli (segretario generale FIM CISL), C. Fiaschi (portavoce del Forum del Terzo Settore) e G. Cattai (presidente della Focsiv).

Condividi

Fatti e idee

Seminario sul Messaggio per la Giornata mondiale della pace 2018

La pace, strada facendo

di Michele D’Avino* - Con il Messaggio per la Giornata mondiale della pace 2018, Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace, Francesco ci invita a mutare lo sguardo, ad assumere una nuova prospettiva sulla crescente presenza di migranti e rifugiati nel mondo, scevra da strumentalizzazioni politiche e pregiudizi discriminatori e xenofobi. È questa anche l’intenzione del seminario promosso dall’Istituto “G. Toniolo” e dalla Presidenza Ac (venerdì 19 gennaio, ore 16.30, a Roma presso la Domus Mariae, in via Aurelia 481), a partire dalla relazione del card. Peter Kodwo Appiah Turkson, Prefetto del Dicastero pontificio per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e dall’intervento di mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi e Presidente del Comitato di canonizzazione del beato Giuseppe Toniolo. Il programma dei lavori.

Condividi
I 70 anni della Costituzione repubblicana

Un frutto prezioso che domanda impegno e progettualità

di Gian Candido De Martin*- Frutto prezioso di una collaborazione certo non semplice, oggi difficilmente replicabile, allora animata da alcuni obiettivi e valori di fondo condivisi, la nostra Carta costituzionale è ancora giovane e salda nei sui principi ed assi portanti, al di là delle necessarie manutenzioni dettante dal tempo. Ciò che oggi essa domanda è piuttosto una nuova stagione di cittadinanza attiva e di capacità progettuale per riprendere il filo dei valori costituzionali da interpretare concretamente, evitando che paure e crescenti diseguaglianze scoraggino l’impegno di chi ha di mira il bene comune. Ciò dovrebbe sollecitare in particolare i laici cristiani, per i quali un serio impegno per la politica resta la forma più alta della carità.

Condividi
Forse un anno veramente nuovo potrebbe cominciare solo così

Il Senso, questo sconosciuto

di Luigi Alici* - A volte basta davvero un nonnulla: un episodio minimo, insignificante, che si avvicina alla scala dell’infinitamente piccolo, più che a quella dell’infinitamente grande. Una banale influenza (quest’anno, non tanto banale…), che scombussola l’agenda, impone il blackout del telefono, ti toglie non solo la voglia di parlare, ma anche quella di ascoltare e di vedere. E ritrovi di colpo silenzi antichi, rintocchi lontani, sonorità elementari e impensate che la campagna ti restituisce nella loro innocenza verginale e dimenticata...

Condividi
Il prossimo 4 marzo, alle urne per le elezioni politiche

Che sia un tempo di serietà e concretezza

di Paolo Rametta – Il prossimo 4 marzo si terranno le elezioni politiche per la XVIII legislatura della nostra storia repubblicana. Facciamo nostro l’augurio espresso dal Presidente Mattarella nel suo messaggio di fine anno: che in campagna elettorale «vengano avanzate proposte comprensibili e realistiche, capaci di suscitare fiducia, sviluppando un dibattito intenso, anche acceso ma rispettoso. È, questa, inoltre, una strada per ridurre astensionismo elettorale e disaffezione per la vita pubblica».

Condividi
Il programma del XXXVIII Convegno Bachelet

Azione cattolica, politica e Stato nella storia del Paese

Il 9 e 10 febbraio prossimo si terrà a Roma presso la Domus Mariae (via Aurelia 481) il XXXVIII Convegno Bachelet. Tema: «Azione cattolica e azione politica». Centocinquant’anni di impegno per il Paese. L’appuntamento si inserisce nel percorso di eventi che celebrano il secolo e mezzo di vita dell’Associazione, la cui vita ha accompagnato da protagonista la storia dell’Italia unità sin dalla sua nascita. I lavori saranno presieduti da M. Truffelli, presidente nazionale Ac, e G. C. De Martin, presidente del Consiglio scientifico dell’Istituto Bachelet. Le relazioni sono affidate a P. Trionfini, direttore dell’Isacem-Istituto Paolo VI, M. Margotti, Università di Torino, R. Cananzi, presidente del Consiglio scientifico dell’Isacem-Paolo VI, G. Elia, presidente del Meic, P. Nepi, Università “Roma Tre”, M. Ivaldo, Università “Federico II”-Napoli, B. Draghetti, presidente della Fondazione Opera Madonna del Lavoro. La Santa messa in memoria di Vittorio Bachelet sarà presieduta da don A. Mastantuono, vice assistente generale dell’Ac.

Condividi
Josef Mayr-Nusser: fedele al Vangelo e al proprio tempo

Le radici della libertà

di Alberto Ratti - Mentre festeggiamo i 70 anni della Costituzione italiana, non possiamo non ricordare le tante persone e i tanti giovani in particolare che, grazie alla loro testimonianza e al loro sacrificio, hanno permesso al nostro Paese di sconfiggere e lasciarsi alle spalle il nazi-fascismo e i suoi orrori.Fra questi, moltissimi giovani e dirigenti di Azione Cattolica come Josef Mayr-Nusser, beatificato lo scorso 18 marzo nella Cattedrale di Bolzano. Egli ha testimoniato la differenza evangelica, la coerenza fra quello che professava e la vita concreta, non rifuggendo il proprio tempo, ma confrontandosi seriamente con le questioni e le problematiche sociali, avendo sempre presente il rispetto dei valori fondamentali della dignità della persona e della convivenza civile.

Condividi
Associazionismo e parrocchia: una relazione vitale

Un ponte tra Vangelo e vita

di Matteo Truffelli* - Se da un lato l’Azione cattolica è continuamente chiamata a incarnarsi nella parrocchia per condividerne il respiro, dall’altro essa può essere lo strumento che aiuta la parrocchia a incarnarsi in un territorio, a essere lievito dentro di esso. «Allargate il vostro cuore per allargare il cuore delle vostre parrocchie», ci ha detto Francesco il 30 aprile 2017, rivolgendosi a una festosa e straripante Piazza San Pietro: «Siate viandanti della fede, per incontrare tutti, accogliere tutti, ascoltare tutti, abbracciare tutti». Proprio in quanto associazione laicale, l’Azione cattolica può rappresentare un efficace ponte tra l’annuncio del Vangelo e le dinamiche dell’esistenza quotidiana.

Condividi
Progetto di solidarietà e sussidio del Mese della Pace per l’anno 2018

Scatti di Pace

Come ci invita a fare Papa Francesco nel Messaggio per la LI Giornata Mondiale della Pace, come veri e propri fotografi, siamo chiamati a mettere a fuoco tutte quelle realtà del mondo spesso dimenticate, a partire dai rifugiati e dai migranti in cerca di un domani migliore. In quest’ottica, ecco il progetto di solidarietà 2018 dell’Azione Cattolica che incontra la realtà di Terre des Hommes, impegnate nella difesa dei diritti dei bambini e nella promozione di uno sviluppo equo, senza alcuna discriminazione etnica, religiosa, politica, culturale o di genere. Assieme a Terre des Hommes vogliamo metterci accanto ai piccoli rifugiati (in particolare a oltre 200 bambini con disabilità fisiche e/o mentali) nel territorio di Erbil in Iraq, per migliorare le loro condizioni di vita e quelle delle loro famiglie offrendo supporto psicologico e un servizio di fisioterapia a domicilio. Come? Attraverso l’acquisto del gadget realizzato per l’occasione - una cornice magnetica - possiamo dare continuità a questo sogno nostro e di Terre des Hommes, e soprattutto a quello di quanti fuggono dalla guerra alla ricerca di un futuro di pace. - Modulo ordine Pace 2018 - Booklet Pace 2018 - Sussidio Pace 2018

Condividi
Pubblicato «Dialoghi» n. 4-2017

Violenza, diritto e giustizia

Al di là di ogni sogno utopistico, il tempo che viviamo mostra crudele il trionfo della violenza nelle vesti più inedite. La violenza di genere, il terrorismo a matrice religiosa, le crescenti violazioni dei diritti umani sono solo alcuni volti di un fenomeno che accompagna l’umanità da sempre; come la considerazione che è solo nella ricostruzione delle relazioni che si possono immaginare argini credibili ed efficaci al dilagare della violenza. È la traccia su cui muove il dossier «Violenza, diritto e giustizia», proposto da «Dialoghi» (n.4-2017, Editrice Ave) e curato da G. Dalla Torre (qui vi proponiamo la sua introduzione) con i contributi di O. De Bertolis, L. Ciaurro, M.F. Ferrero, C. Corradi, L. Nepi, N. Selvaggi. E ancora, le rubriche di attualità, eventi e idee, libri e profili con i articoli di: G. Borsa, F. Bruno, M. Magatti, F. Mazzocchio, V. Rosito, F. Scaglione, M. Severini, P. Trionfini, M. Truffelli. In allegato, il sommario del trimestrale promosso dall'Ac e diretto da P. De Simone.

Condividi
Auguri per un 2018 di impegno per la giustizia, per la pace, per la dignità di tutti

E la Speranza si fece carne

di Antonio Mastantuono - «Dio è con noi «vagabondo/ a camminare sulle strade, / a cantare con noi/ i salmi del deserto» (D.M. Turoldo). Che cosa ha da dirci questo Natale? C’è un messaggio da parte di questo Dio-Bambino che ci si presenta in modo così sconcertante e dal quale dovremmo tutti lasciarci sconcertare? Dio si presenterà sempre come l’inaspettato: non come colui che ci sistema, ma come Colui che rompe le nostre sistemazioni, colui che viene come noi non prevediamo. Egli viene in un mondo – il nostro –  segnato da un calo di passione per il futuro che esorta, sospinge, sprona ad affrettarsi senza voltarsi indietro, in cui il rancore è di scena, in cui sembra inutile parlare di speranza.

Condividi