Convegno delle Presidenze diocesane 2015

Versione stampabileVersione stampabile

La realtà "sorprende" l'idea

Dal 24 al 26 aprile, a Roma presso la Domus Pacis, in via di Torre Rossa 94, i lavori del Convegno delle Presidenze diocesane di Azione Cattolica La realtà “sorprende” l’idea. La missionarietà dell’Ac alla luce dell’Evangelium gaudium. A tema le prospettive aperte dall’Esortazione di Francesco e le scelte che pone all’associazione per “risignificare” il suo impegno in chiave missionaria, a partire da alcune parole chiave: Poveri, Popolo, Misericordia, Gioia e Dialogo. Insieme alle relazioni saranno presentate esperienze concrete, buone prassi da riproporre nei territori. In programma, la commemorazione del 70° anniversario della Liberazione e il ricordo delle figure di Ac che hanno contribuito alla Resistenza. Tra i tanti amici e ospiti, mons. Savio Hon Tai Fai, segretario della Congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli, che con la sua presenza vuole significare l’impegno di un’Ac che ha il respiro della Chiesa universale. Il ricordo di Vittorio Bachelet con la presentazione del “Taccuino 1964” pubblicato dall’editrice dall’Ave.


"Gli stai a cuore, non c'è dubbio"

Vocazione

di don Tony Drazza* - 26 aprile Giornata di preghiera per le vocazioni. C'è bisogno di un viso sorridente e profumato perché questo ci ricorda che prima di tutto, chi è chiamato ad una vita consacrata, è testimone della resurrezione; è invitato  a gioire e a profumare, se stesso, di quel "olio di nardo purissimo" che Maria Maddalena usò per Gesù.

Share this

Ancora morte per chi cerca vita

Immigrati clandestini

di Massimo Muratore* - Ancora morte per chi cerca vita. Uomini, donne, bambini ingoiati dal mare. Insieme  a loro affonda la speranza che li aveva suscitati, che li aveva spinti a partire ed affrontare una sfida immane. Il mare si trasforma in una ennesima occasione di dolore, ma il nemico non è il mare. Il nemico sono i pirati di esistenze, i mercanti di essere umani; coloro che lucrano di una economia nefanda grondante violenza, che trasformano in disperazione, affanno e morte la “ricerca di felicità” da parte di inermi ed innocenti persone.

Share this

Mazzolari: Resistenza è "costruire l'uomo"

don Primo Mazzolari (anni 50)

di Luigi Penna - Scelta etica e di libertà contro un regime oppressore, obiezione di coscienza, azione “sul campo” per organizzare la Resistenza, mano tesa verso chi è nel pericolo, progettualità per un futuro democratico. Sono tutte strade che si incrociano nella vicenda partigiana di don Primo Mazzolari (1890-1959), che negli anni del fascismo e della guerra mondiale è parroco prima a Cicognara e poi a Bozzolo, in diocesi di Cremona. Ne parlano don Bruno Bignami presidente della Fondazione Mazzolari e Paolo Trionfini direttore dell’Istituto Paolo VI per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia

Share this

Ciao Francesco!

Francesco Turra

"Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla" (Sal 23)  

La Presidenza nazionale si stringe con l’affetto e la preghiera intorno a Lucio Turra e la sua famiglia per l’improvvisa scomparsa del figlio Francesco, di cui oggi si celebrano i funerali, con la certezza che il Signore della vita abbia accolto Francesco tra le sue braccia amorevoli di Padre per farlo vivere con Lui nella gioia eterna.

Share this

Sindone. Nel nome de "L'Amore più grande"

Ostensione della Sacra Sindone 2015

di Fabio Dovis* - Ad ogni Ostensione della Sacra Sindone, si rimane affascinati dalle centinaia di migliaia di pellegrini che si fanno interpellare dal quel telo e dalla figura dell’uomo crocifisso. Anche chi è spinto solo da curiosità, non può non porsi delle domande quando si trova davanti a quell’immagine che porta comunque con sé il mistero. “L’Amore più grande” è lo slogan che accompagnerà questa Ostensione, che si apre domenica 19 aprile e durerà fino al 24 giugno. Grande l’attesa per la visita di Francesco e grande sarà l’impegno dell’Ac durante tutto il periodo dell’Ostensione. Nel nome di Pier Giorgio Frassati, per la felice concomitanza con il 25° della beatificazione.

Share this

«Un umile lavoratore nella Vigna del Signore»

Benedetto XVI

di Fabio Zavattaro - Il 19 aprile di 10 anni fa il cardinale Joseph Ratzinger veniva eletto Papa. Uomo buono, colto, che ha guadagnato l’affetto profondo e durevole di tanti fedeli, Benedetto XVI con i suoi sette anni di pontificato ha lasciato in eredità alla Chiesa una semina che ancora oggi porta frutti preziosi. Avvicinando più di altri l’esegesi e la teologia nella teoria e nella pratica.

Share this

Fratel Luigi Bordino sarà Beato

Fratel Luigi Bordino

di Tiziano Gaia - Il prossimo 2 maggio a Torino, nei giorni dell’ostensione della Sindone, il Venerabile Fratel Luigi Bordino sarà proclamato Beato. Formatosi in Azione Cattolica, dopo l’esperienza della guerra e dei gulag siberiani, scelse di farsi frate cottolenghino e dedicare la propria vita al servizio della carità. Un “passista della Provvidenza” che sposò lo scandalo della povertà e se ne rallegrò, fiero in fondo di poter sperimentare sulla sua pelle ciò che la sua teologia pratica gli aveva sempre suggerito, ossia che il cielo comincia dalla terra.

Share this

«L’amore di Francesco per i Poveri»

Presentazione del libro "Poveri"

Vi proponiamo la videoregistrazione della presentazione del testo Poveri della collana Le parole di Francesco pubblicata dall’editrice Ave. All’appuntamento, presso la sede dell’Azione Cattolica, a Roma in via della Conciliazione 1, sono intervenuti il card. Oscar Rodriguez Maradiaga, Arcivescovo di Tegucigalpa e Presidente di Caritas Internationalis, autore dell’introduzione al volume, padre Antonio Spadaro, Direttore di «La Civiltà Cattolica», Vania De Luca, vaticanista di Rainews24, Matteo Truffelli, Presidente nazionale dell’Ac. Una ricca conversazione a tutto campo, una straordinaria occasione di approfondimento del magistero di Jorge Mario Bergoglio.

Share this

La scuola che cambia il Paese

Scuola

di Mirella Arcamone* e Gioele Anni** - Il Movimento di Impegno Educativo (Mieac) e il Movimento Studenti (Msac) dell’Ac hanno aderito all’appello “La scuola che cambia il Paese”, promosso da trenta associazioni di varia ispirazione (tra cui Libera, Aimc, Uciim, e le tre sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil) per chiedere al Parlamento di modificare il Disegno di legge sulla riforma della scuola. Dopo mesi di dibattito pubblico, la “Buona Scuola” è arrivata alle Camere. Il Governo ha deciso di non intervenire sui punti strutturali del sistema scolastico (per esempio i cicli, la didattica, i programmi disciplinari: si vedano le proposte dell’AC nel documento “La scuola ci sta a cuore”), ma di puntare a un rafforzamento dell’autonomia scolastica

Share this
Condividi contenuti
Warning!
You are using an outdated browser
For a better experience using this site, please upgrade to a modern web browser.
Get Firefox
Get Internet Explorer
Get Safari
Get Chrome
Get Opera