Primo piano

Presentato a Roma il volume “Credenti inquieti” di Matteo Truffelli

Un laicato con i tratti del pontificato

Presentato a Roma, presso l’Istituto Sturzo, il volume Credenti inquieti. Laici associati nella Chiesa dell’Evangelii gaudium di Matteo Truffelli, Editrice Ave. Per padre Antonio Spadaro: «Truffelli sottolinea come il laicato sia chiamato ad avere gli stessi tratti del pontificato»: un «laicato profetico, di incontro (con lo stile del dialogo), che si fa carico dei drammatici problemi del mondo; un laicato del discernimento, un laicato in continua tensione, non pacificato, di frontiera». Questa, per il gesuita, «mi sembra l’immagine dell’Azione Cattolica dei prossimi anni». Per Domenico Delle Foglie: «Se la Chiesa italiana riuscirà a diventare quell’ospedale da campo che il Papa si aspetta, molto dipenderà dall’Ac. Così come dalle scelte che l’associazione farà, sia a livello nazionale sia nella dimensione diocesana e parrocchiale, si percepirà se davvero le Chiese locali sono “in uscita”, oppure si attardano o addirittura in alcuni casi fanno resistenza a Francesco». Per Nicola Antonetti: ««La storia dell’Azione Cattolica ha attraversato, assieme alla Chiesa, momenti difficili del Paese, dal fascismo al dopoguerra, per giungere all’oggi», dove è richiesta «una nuova consapevolezza dell’essere credenti. Una consapevolezza che è anche una sfida che si deve tra l’altro misurare con il pontificato “innovativo” di Bergoglio».

Share this

Focus

I sedici incontri regionali Ac/Piemonte-Valle d’Aosta

La gioia di servire. Responsabilità e profezia associativa

di Vittorio Rapetti* - La formazione di educatori e responsabili, il rapporto con la pastorale (in particolare giovanile), i percorsi per adulti e giovani adulti, il ruolo dell’Ac nella pastorale diocesana, la proposta dei cammini per studenti e lavoratori, l’orientamento scolastico e professionale, l’impegno per la pace e l’accoglienza, i rapporti ecumenici e interreligiosi, l’attenzione alla dimensione socio-politica e alla dimensione internazionale: tanti i temi al centro dell’incontro della Presidenza nazionale con i presidenti parrocchiali, le presidenze diocesane e il consiglio regionale Ac del Piemonte-Valle d’Aosta lo scorso21 e 22 maggio ad Altavilla d’Alba.

Share this

Fatti e idee

Gioia nel lavoro. XI Concorso delle idee per la pastorale e per il lavoro

Hai un’idea? Ma che idea?!

di Simona Loperte* - Hai un’idea?  Un’idea che parta dal sogno di un futuro solidale, di pace, di vera inclusione, «quella che dà il lavoro dignitoso, libero, creativo, partecipativo e solidale».  Insomma, hai un’idea che metta insieme le persone, che renda protagonisti i giovani e gli adulti, che valorizzi i nostri fecondi territori, che generi una nuova cultura del lavoro: quello che “unge di dignità”, che sviluppa la capacità di progettare, che da forma ai sogni. Ebbene, se hai un’idea così c’è chi questa idea è pronto ad ascoltarla, chi aiuta a iniziare processi: è il Movimento Lavoratori di Azione Cattolica con la proposta del Concorso di idee lavoro e pastorale “Gioia nel lavoro” (linkando troverete tutte le informazioni, il bando e i termini di partecipazione).

Share this
Sussidio di preghiera per l'estate 2016

Ti ho preso per mano

Pubblicato dall’Editrice Ave è già disponibile il sussidio pensato dal Settore Giovani e dal Settore Adulti di Azione Cattolica per accompagnare quotidianamente, dal 1 giugno fino al 31 agosto 2016, la preghiera e la meditazione di adulti, giovani e giovanissimi. Ogni giorno un brano del Vangelo, un commento saliente e in chiusura un suggerimento specifico rivolto agli adolescenti. Ti ho preso per mano non solo un testo: è un “luogo” di silenzio e di pace, un perfetto appuntamento con la preghiera.

Share this
È morto il card. Loris Francesco Capovilla, segretario di San Giovanni XXIII

L’ultimo abbraccio a don Loris, amico dell’Ac

di Fabio Zavattaro - La sera dell’11 ottobre 2012 in piazza San Pietro c’è la fiaccolata che fa memoria dei cinquanta anni dell’apertura del Concilio ecumenico Vaticano II. Anche quell’11 ottobre del 1962 la piazza era illuminata da fiaccole che descrivevano una grande croce, per celebrare l’inizio dei lavori dell’assise conciliare. Nei maxi schermi appare il volto sorridente dell’anziano Loris Capovilla, già segretario di Papa Roncalli. La sua voce ricorda il legame con l’Azione cattolica, da ragazzo prima, e da sacerdote successivamente. Parla di anni difficili in cui l’associazione era soffocata dal regime fascista (continua).

Share this
Cittadinanza e immigrazione

Il dovere di accogliere i minori stranieri soli

di Andrea Casavecchia* - Sono molti i bambini e ragazzi tra le persone che attraversano i confini dell’Unione Europea; tanti quelli che affrontano il mar Mediterraneo. Nei primi quattro mesi del 2016 i bambini e i ragazzi approdati in Grecia erano il 37% del totale. Delle ricerche sostengono che il rapporto sul totale dei migranti in arrivo in Europa sia di 1 a 3. Una parte di loro è sola: arrivata senza genitori e senza parenti. Per avere un’idea delle dimensioni del fenomeno è sufficiente considerare che secondo un’elaborazione dell’Istituto Ismu, su dati UNHCR, in Italia sono arrivati 12.360 minori non accompagnati solo nel 2014.

Share this
In ricordo del Professore, a trent’anni dalla morte

Giuseppe Lazzati, maestro di laicità

di Edoardo Zin* -  Il 18 maggio 1986 moriva il venerabile Giuseppe Lazzati. Ricordarne i giorni e le opere significa ripercorrere un secolo della Chiesa italiana e dell’impegno del laicato. Egli fu dirigente ed educatore di Azione Cattolica, padre costituente e deputato, uomo di cultura, professore e rettore dell’Università Cattolica. Soprattutto, tutta la sua vita fu esempio, sprone a far partecipare i cristiani alla costruzione della città dell’uomo, a tenere assieme la categoria della fede e quella della politica.
di Alberto Ratti* - Colui che visse pienamente l’unità dei distinti - Lazzati fu uno straordinario uomo di fede, una fede che lungi dall’essere compresa come alienazione dal reale, era invece comprensione del reale come lo conosce Dio, alla luce di Dio.

 

Share this
Francesco all’apertura della 69ª Assemblea generale della Cei

“Si gioca fino in fondo…”

di don Tony Drazza* - Ieri ho aspettato il discorso del papa alla Cei. Ogni volta che quest’uomo di Dio parla, apre in me nuove vie, nuovi percorsi per una vita pienamente umana. La sua voce calda e profonda entra nelle pieghe della mia esistenza e ha la forza dirompente del vento… Mi fa paura e anche tanto arrabbiare chi ha dimenticato, tra noi preti, il senso della gratuità, del fare le cose solo per il bene delle persone che incontriamo, di spenderci senza fare nessuno calcolo. Mi fanno arrabbiare e molto chi, tra i miei confratelli, cerca il meglio per se e la sua sistemazione facendo passare tutto come opere della parrocchia.
Essere sacerdoti in questo tempo - Il testo del discorso di papa Francesco ai vescovi italiani 

Share this
Italia. Processi di mancato sviluppo

Una società in terre incognite

di Mario Brutti* - Il ritratto di una società italiana incapace di riprendere in modo vitale il processo di sviluppo interrotto da quasi un decennio, e quanto sia difficile di fronte a ciò pensare di poter ripartire facendo a meno della risorsa di una buona politica e demandando le soluzioni a improbabili tecnocrazie. Secondo i dati Censis, mancando una reale incisività della politica la cultura collettiva finisce per restare prigioniera della cronaca, tanto più se con forti componenti distruttive, un fattore capace di condizionare “dal basso” anche quel po’ di politica e di dialettica socio-politica che esiste.

Share this
Bando di concorso Ac e Spse

Insieme ai sacerdoti: racconta il tuo “don”

A quanti fosse sfuggito, segnaliamo il bando nazionale Insieme ai sacerdoti: racconta il tuo “don”, realizzato in collaborazione tra l’Azione Cattolica Italiana e il Servizio Promozione Sostegno Economico alla Chiesa della CEI (Spse). Per partecipare è richiesto di scrivere un articolo/intervista sulla figura esemplare di un sacerdote in servizio pastorale nella propria comunità. Gli elaborati devono pervenire entro il 31 maggio. All'interno, i termini di partecipazione.

Share this
La condizione giovanile in Italia - Rapporto Giovani 2016

C’era una volta il progetto di vita

di Andrea Dessardo* -Si procrastina l’ingresso nella vita adulta, che sempre più s’allontana dai ritmi della biologia: “desertificazione” chiama la conseguenza di questo fenomeno il Rapporto Giovani 2016 promosso dalla Fondazione Toniolo in collaborazione con l’Università Cattolica, Cariplo e Intesa San Paolo (pubblicato da il Mulino). I giovani italiani non si sono ancora arresi al presente, ma cresce in loro il disincanto e la sfiducia nei confronti di un paese le cui istituzioni, ad iniziare da quelle preposte alla formazione, non sembrano in grado di metterli in condizione di realizzare ciò che è più in sintonia con le loro sensibilità e potenzialità.

Share this
L’incontro di Retinopera

Quando l’impresa è patrimonio di tutti

di Michele Tridente* - Oltre la massimizzazione del profitto individuale, per “produrre” più bene comune. È quanto si propone Retinopera, che ne parlerà a Roma sabato 28 maggio con l’incontro “La responsabilità d’impresa per il bene comune” (presso L'Auditorium Giovanni Paolo II della Pontificia Università Urbaniana dalle ore 9,00 alle 13,00). Un’occasione utile per presentare i risultati di una ricerca premiante soggetti economico-imprenditoriali che hanno agito nel rispetto dei principi della responsabilità sociale e con un gesto concreto (Cash Mob Etico di NeXt) dar voce ai "campioni" della creazione di valore sostenibile.

Share this
Warning!
You are using an outdated browser
For a better experience using this site, please upgrade to a modern web browser.
Get Firefox
Get Internet Explorer
Get Safari
Get Chrome
Get Opera